Home Pesce e Crostacei Tempura

Tempura

501
0
CONDIVIDI
  • Costo: Medio-Alto
  • Difficoltà: Bassa
  • Cottura: 3 min
  • Preparazione: 30 min

Ingredienti per 4 persone

  • Acqua gassata: 100 cc
  • Farina 00: 100 gr.
  • Uova: 1 tuorlo
  • Carote: 2
  • Gamberi/gamberetti: 12-16
  • Peperone rosso: 1 piccolo
  • Olio semi: q.b.
  • Zucchine: 1

Ricetta della Tempura

I segreti per cucinare una buona tempura sono quattro:

  1. Usare acqua ghiacciata (ancora meglio se frizzante), con qualche cubetto di ghiaccio.
  2. Mescolare poco la farina con l’acqua ghiacciata.
  3. Devono rimanere molte bolle inesplose di farina. Mai fare una pastella omogenea.
  4. Friggere in tanto olio (per la ricetta originale: rigorosamente semi di girasole) a circa 171 °C – 180 °C in una padella alta pochi pezzi per volta, così da mantenere la temperatura dell’olio costante.

Mettete in frigorifero l’acqua almeno tre ore prima di iniziare oppure raffreddatela sciogliendovi del ghiaccio. Tenete in frigorifero la ciotola (meglio se di metallo) in cui vi apprestate a preparare la pastella per la tempura.

Preparazione di verdure e gamberetti

iniziate a lavare per bene le verdure e tagliatele alla julienne. Lavate la carota, pelatela con cura e tagliatela a julienne così come il peperone e la zucchina.
Per la zucchina abbiate cura di utilizzare solo la parte esterna e verde.
Private i gamberi della testa, delle zampe e dei carapaci. Abbiate però cura di lasciare la parte finale con la coda. Eliminate con uno stuzzicadenti (o aiutandovi con un coltellino) il filetto nero e asciugateli bene con carta da cucina.

Preparazione della Tempura

Preparare il contenitore di metallo immerso in una ciotola più grande contenente del ghiaccio.
Aggiungetevi il tuorlo e sbattete per bene. Aggiungete l’acqua gassata gelata.
Setacciate la farina e mescolate non troppo a lungo (non preoccupatevi se dovessero formarsi dei piccoli grumi. E’ una caratteristica tipica della Tempura). Quindi non amalgamate il composto per alcun motivo. Riponete in frigo se non la utilizzate subito.

Preparazione finale

Scaldate dell’olio di semi e portatelo a 180°C di temperatura (controllate con l’apposito termometro). Se non possedete il termometro lasciate cadere una goccia di pastella. Se la temperatura è quella giusta, la pastella prima scende sul fondo della friggitrice e risale immediatamente dopo. Se è troppo freddo rimane sul fondo, se è troppo caldo rimane a galla senza prima scende sul fondo.
Immergete le verdure e i gamberi nella pastella, tirateli su e lasciate scolare la pastella in eccesso. Friggete dorando bene ogni lato (la pastella fritta non deve scurirsi). Quando le verdure saranno ben croccanti toglietele dall’olio e ponetele su carta assorbente da cucina per eliminare l’olio in eccesso. Servite la tempura ben calda.

Curiosità sulla Tempura

La Tempura è un piatto della cucina giapponese a base di verdure e pesce, impastellati separatamente e fritti. L’origine del nome risale al portoghese tempero, condimento, spezia e, secondo la tradizione, si fa risalire al secolo XVI, con i primi contatti tra i giapponesi e i missionari cristiani. All’inizio di ogni stagione, i cristiani si astenevano dal cibarsi di carne per tre giorni (mercoledì, venerdì e sabato), mangiando solo verdure e pesce. Questi quattro periodi erano chiamati in latino Quattro tempora. Da qui il nome tempura che i giapponesi utilizzano ancora oggi per questo piatto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here